CUCINA BUONA, IN TEMPI CATTIVI|21-24 Novembre|Sala Teatro

CUCINA BUONA IN TEMPI CATTIVI

di Francesco Battaglia

regia Matteo Finamore

con Andrea Carriero, Lorenzo Guerrieri, Paolo Madonna, Sara Giannelli

ass. alla regia Olga Galieri

costumi Giulia Menaspà

produzione Fucina Zero

dal 21 al 24 novembre 2019

Teatro Studio Uno via Carlo della Rocca, 6 Roma

studio uno

In scena al Teatro Studio Uno dal 21 al 24 novembre la compagnia Fucina Zero con lo spettacolo “Cucina buona in tempi cattivi” scritto da Francesco Battaglia diretto da Matteo Finamore, protagonisti gli attori Andrea CarrieroLorenzo Guerrieri, Paolo Madonna, Sara Giannelli.

Inverno 1940. Mussolini, nel famoso discorso del 18 novembre, dichiarò: ‘’Spezzeremo le reni alla Grecia’’. A migliaia vennero strappati dalle loro case, dai loro mestieri, dalle loro radici: Guido, un giovane cuoco, è uno di questi. Non combatterà in prima linea, sul campo di battaglia, ma cucinerà alle dipendenze dell’esercito fascista. Durante il servizio si troverà a passare per varie cucine e preparare pasti per altre bocche da sfamare, da cui spesso fuggire. L’unico obiettivo è tornare a casa, Villa Santa Maria, per ricongiungersi alla sua famiglia, alle sue radici, alla sua cucina.

Cucina Buona in tempi cattivi” nasce dalla necessità di raccontare la storia di un soldato osservata da un punto di vista nuovo: quello del cuoco. L’orrore della guerra, raccontato e rappresentato più volte, è qui spiato con le lenti inconsuete della cucina. Guido prima di essere un soldato è un cuoco, ma nonostante non viva mai la prima linea del campo di battaglia, respira comunque lo strazio di quegli anni.

Tutti i personaggi che il protagonista incontrerà durante la vicenda saranno rappresentati dagli altri tre attori che si alterneranno in più di dieci ruoli in una sorta di girandola di voci, dialetti, lingue e culture (anche culinarie). Nello spettacolo non c’è nessun tentativo di totale mimetismo o iperrealismo scenico e gli stessi attori non usciranno mai veramente dal palco, i loro cambi saranno visibili e la trasformazione nei vari personaggi avverrà dichiaratamente davanti allo sguardo del pubblico.

L’avventura di Guido è un viaggio, una fuga, un tentativo di ritornare a casa, così da potersi finalmente spogliare della divisa e indossare nuovamente gli abiti civili e il grembiule da cucina.

Cucina Buona in tempi cattivi” può essere definita un’odissea moderna in cui il “tornare a casa” non si esaurisce nell’accezione geografica del termine ma che si configura come una continua lotta esterna e interna nel tentativo di ritrovare, durante lo scempio di un conflitto mondiale, l’odore e il sapore di “casa”.

Cucina buona in tempi cattivi” 21-24 novembre 2019

Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara).

Ingresso 12 euro. Tessera associativa gratuita
Giov – Sab ore 21.00, Dom. ore 18.00


PRENOTAZIONI http://j.mp/prenotaTS1

Per info: 3494356219- 3298027943

www.teatrostudiouno.com – info.teatrostudiouno@gmail.com

TOGLIATTI MON AMOUR|14-17 Novembre|Sala Teatro

Togliatti mon amour_ 14-17 novembr3_Teatro-Studio-Uno_foto1

TOGLIATTI MON AMOUR

di Carlotta Piraino

con Carlotta Piraino e Furgonaro

regia e disegno luci Carlotta Piraino

disegno audio Massimo Di Rollo

movimento scenico Lisa Rosamilia

video Marco Rizzari

grafiche Beatrice Novelli

dal 14 al 17 novembre 2019

Teatro Studio Uno via Carlo della Rocca, 6 Roma

Debutta in prima assoluta dal 14 al 17 novembre al Teatro Studio Uno “Togliatti mon amour” scritto, diretto e interpretato da Carlotta Piraino, in scena con un racconto denso e sorprendente sul mondo notturno di viale Palmiro Togliatti, arteria che taglia i quartieri di Roma Est dove le “lucciole” stazionano e attendono i numerosi clienti di fronte a bar, abitazioni, ristoranti a tutte le ore del giorno e della notte.

Un mercato tanto fiorente perché fiorente è la sua domanda. Ma chi sono i clienti delle prostitute?

Lo spettacolo nasce da un incontro tra una teatrante Carlotta Piraino e un cliente, Furgonaro, in scena per raccontare la sua storia di ragazzo che vive nella periferia di Roma Est, un ragazzo che lavora con un furgone e scrive su “Spotted Togliatti” blog di clienti orgogliosi su cui scrivono in rigoroso anonimato uomini per la maggioranza giovani che raccontano, con uno slang romano marcato e una certa spacconeria “goliardica”, le loro avventure di compratori del sesso a pagamento.

Tra tutti questi “scrittori” del web, Furgonaro è quello che colpisce di più Carlotta, perché tra le sue speculazioni trovano spazio continue smagliature di senso, confessioni intime e conflitti profondi dentro una scrittura interessante ed appassionata. Furgonaro, contattato tramite il gestore del blog, accetta di rispondere alle domande prima, poi decide di incontrare Carlotta per approfondire l’ intervista ed infine accetta di salire sul palco in anonimato a raccontare la sua storia in prima persona.

Come si può raccontare l’incontro tra due persone se una di queste non si può mostrare? Non ne possiamo sentire la voce, non ne possiamo vedere il viso, perché questa persona appartiene a quel mondo sommerso e invisibile, di cui fanno i parte i clienti delle prostitute. Togliatti mon amour diventa allora anche una riflessione sulla possibilità di rendere un “anonimato in presenza”: tutte le modalità, anche formali, in cui una persona, il cliente, può essere lì, presente, ma non essere mai vista veramente; le sue parole, si possono solo ripetere, riferire, riportare con voci artefatte, ma quell’incontro non si può condividere per come è stato.

L’anonimato diventa un’esplorazione delle possibilità della luce, che mostra e nasconde, della manipolazione vocale e del suono, immagine di corpi senza teste che raccontano storie. La presenza del video, rimanda costantemente alla realtà che c’è fuori, reale o virtuale che sia, tra le immagini della strada e lo schermo del web, con le sue possibilità di improbabili connessioni.

“Togliatti Mon Amour” è una riflessione complessa e forse infinita su una condizione del maschile che, nella sua affannosa ricerca di sesso a pagamento, è forse espressione di un disagio più profondo nel rapporto tra i sessi nella nostra società.

Domenica 10 novembre alle 18,30 sarà proiettato in anteprima al Teatro Studio Uno, la puntata pilota delle videointerviste del progetto “Trasudiamo disagio” ideato da Carlotta Piraino e realizzato in collaborazione con il regista e videomaker Marco Rizzari. Si tratta di un progetto in fieri, che mostra una serie di interviste ai clienti delle prostitute, intercettati tramite il blog “Spotted Togliatti” dal quale prendono spunto le riflessioni dello spettacolo.

Togliatti mon amour” 14 – 17 novembre 2019

Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara).

Ingresso 12 euro. Tessera associativa gratuita
Giov – Sab ore 21.00, Dom. ore 18.00


PRENOTAZIONI http://j.mp/prenotaTS1

Per info: 3494356219- 3298027943

www.teatrostudiouno.com info.teatrostudiouno@gmail.com

OMBRE NEL BUIO| Speciale Halloween | 31 Ottobre-3 Novembre

HALLOWEEN

Ombre nel buio è una piccola rassegna “horror”, uno studio teatrale
sul sentimento dell’inquietudine. Proprio questo sentimento è il filo
conduttore dei quattro episodi:
– Arthur Lewis, un piccolo impiegato americano, cerca onestamente di
dare a sua moglie Norma e a se stesso una vita dignitosa nonostante le
difficoltà. Ciò che Arthur e Norma non sanno è che in quell’innocuo
pacchetto, privo di mittente, recapitatogli misteriosamente di fronte alla
soglia, si nasconde una svolta insidiosa che metterà in seria crisi tutte
le loro convinzioni.
– La signora Stevenson è una donna malata. Da tempo non riesce a
camminare. È costretta alla solitudine. Una sera intercetta casualmente
una telefonata riguardante un terribile omicidio che avverrà a breve,
nella sua città. Lentamente, a causa di una serie di terribili coincidenze,
inizia a farsi largo in lei il dubbio che questo omicidio la riguardi
molto più da vicino di quanto non vorrebbe.
– Greg convive con il soprannaturale da anni. È abituato a vendere
ciò che nessuno può dare: sua moglie Carrie è una sensitiva. Lei riesce a
prevedere dove e quando avverrà un incidente, e Greg riesce a vendere
queste informazioni alle future, potenziali vittime, facendosi pagare un
carissimo prezzo. Ma oggi Greg dovrà fare i conti con le sue più profonde
paure.
–Ronald Adams sta lasciando New York a bordo della sua buick,
diretto a Los Angeles. Non è un tipo facilmente impressionabile. Ma
quando incontrerà uno strano, sinistro autostoppista, tutte le sue solide
convinzioni vacilleranno.

Sono maschere tragiche inspiegabilmente sole contro un Fato avverso.
Sono spettri inquieti in cerca di pace. Sono Ombre nel Buio.

COMUNQUE| 24-27 Ottobre | Sala teatro

comunque_ts1

COMUNQUE

Uno spettacolo che fa molto ridere

di e con Giorgia Mazzucato

Luci di Andrea Vannini

Una produzione Shakespeare’s Box

dal 24 al 27 ottobre 2019

Teatro Studio Uno via Carlo della Rocca, 6 Roma

In scena al Teatro Studio Uno dal 24 al 27 ottobre Giorgia Mazzucato con “Comunque” spettacolo ispirato ai testi di Alessandro Bergonzoni ricostruiti ad arte dall’autrice, attrice e regista padovana in uno unico esilarante nuovo testo, un vertiginoso e sorprendente gioco di parole di cui è protagonista.

Cosa succederebbe se si prendessero nove testi di Alessandro Bergonzoni per mescolarli e rielaborarli ad arte nella vertigine di un nuovo testo? Nascerebbe comunque uno spettacolo nuovo. O meglio nascerebbe “Comunque”. Uno spettacolo nuovo!

Io cerco di creare i miei giochi. Non posso essere Bergonzoni e non posso essere un’attrice che imita Bergonzoni, sarebbe impossibile riuscirci…quindi sono me, un’attrice che crea personaggi nuovi e si diverte con loro, e le loro parole.” Spiega Giorgia Mazzucato che in “Comunque” rielabora perfettamente i testi del grande paroliere italiano intagliandoli con i suoi scritti inediti per creare la storia di Désirée, la ragazza ladra protagonista di questa “bergonzìade”, una texture di pura comicità in cui nuovi personaggi e nuovi orizzonti si intrecciano in un nuovo mondo di parole.

Un linguaggio che si costituisce in una trama di storie assurde e surreali tra contorsioni meta-concettuali e distorsioni di significati e fonemi che va al di là di un semplice gioco intellettuale.

Giorgia Mazzucato, attrice autrice classe ’90 Miglior artista internazionale del San Diego Fringe Festival 2017 (California) ha portato in scena questo spettacolo arrivando in finale al CONCORSO NAZIONALE di Teatro Comico Gran Premio dello Spirito(avente come padrino Ninetto Davoli). La sua esibizione ha destato molto interesse per le tante e differenti sfumature interpretative adottate e per le novità espressive apportate ai testi originali dellautore bolognese.

Allieva di Dario Fo e Franca Rame, Direttore artistico e didattico di Shakespeare’s Box, vincitrice di numerosi premi tra i quali Premio Off al Roma Fringe Festival 2017, Miglior Spettacolo al Teatro A L’Avogaria e riconosciuta dal patrocinio dalla Presidenza del consiglio dei Ministri con il suo spettacolo storico Guerriere.

Comunque” 24-27 ottobre 2019

Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara).

Ingresso 12 euro. Tessera associativa gratuita
Giov – Sab ore 21.00, Dom. ore 18.00


PRENOTAZIONI http://j.mp/prenotaTS1

Per info: 3494356219- 3298027943

www.teatrostudiouno.com info.teatrostudiouno@gmail.com

Laboratori|#ilpalcovuoto |mercoledi 16 Ottobre|

 

I CANI SCIOLTI

in collaborazione con TEATRO STUDIO UNO

presentano

IL PALCO VUOTO

– laboratorio teatrale aperto-
Ora tutto ciò che fai è perseguire i tuoi obiettivi privati all’interno della società. Invece di essere una comunità, a tutti viene chiesto di cercare i propri fini personali. Si chiama competizione. E la competizione è antagonismo

Edward Bond

I Cani Sciolti, compagnia under 35 al quinto anno di attività su suolo romano, in collaborazione con il Teatro Studio
Uno, apre ufficialmente il primo laboratorio teatrale di durata annuale. Aperto a tutti quelli che vogliono esplorare il teatro senza accontentarsi delle cose facili o dei risultati rassicuranti. In un ambiente stimolante e con persone competenti.

 

DOVE? Teatro Studio Uno via Carlo della Rocca 6 torpignattara
QUANDO? Dal 16/10/2019 dalle ore 20 tutti i Mercoledì da Ottobre a Giugno
COSA? Espressione Corporea, Uso della Voce, Interpretazione, Respiro e Rilassamento, Analisi di un testo, Elementi di Scenotecnica, Elementi di Illuminotecnica, Elementi di Regia, Uso dell’oggetto, elementi di Uso della maschera, Ascolto, Gestione e lavoro di Gruppo. È prevista messa in scena finale e alcune serate aperte al pubblico.

QUANTO? 40 € al mese primo incontro di prova gratuito
COME? Per candidarsi scrivere una e-mail a icscompagniateatrale@gmail.com o chiamando al 3348037745

Il mio Volto è sparito.
Il mio corpo è stato appeso.
il peso i ricordi risuona nelle mie urla.
I miei ricordi sbattono tra queste mura.
I miei ricordi non esistono.

Guardate il Pazzo

Laboratori | #teatroadolescenti |Oltre i Banchi

Foto Oltre i Banchi

Promotori
Fondazione Intercammini
Associazione Culturale Spring
Condotto da Mauro Santopietro, in collaborazione con Cristiana Russo, Cinzia Sabbatini e Grazia Sgueglia.
Oltre i banchi non è un laboratorio di teatro tradizionale, non intende formare “attori”, ma “persone” in grado di pensare, capire, decidere ed esporsi. Intende dare voce, attraverso il linguaggio teatrale, alle problematiche ma anche alle potenzialità di
adolescenti dai 15 ai 22 anni, limitati nella loro crescita da condizioni di marginalità, che possono essere di natura geografica (la periferia di una grande città), fisica o psichica, ma anche politica e sociale, come i ragazzi immigrati o i ragazzi di seconda generazione.
Promuove e favorisce la maturazione e l’integrazione sociale di ragazzi con diverse esperienze di vita e diversi background culturali, favorendo una maggiore consapevolezza e fiducia in se stessi, nella relazione con l'altro, con la loro famiglia e nel territorio in cui vivono.
Il laboratorio è gratuito.
Lezioni di prova aperte a chiunque voglia partecipare:
21 ottobre – dalle 16 alle 19
25 novembre – dalle 16 alle 19
16 dicembre – dalle 16 alle 19

Da gennaio a giugno il laboratorio avrà cadenza settimanale.

Per info: Grazia Sgueglia 339.5898413

LABORATORI 2019/20

STUDIO UNO KIDS (4-10 anni)

Ogni Lunedi dalle 17-18

Laboratorio per scoprire le regole del Teatro attraverso il gioco, la musica, l’uso del corpo e della fantasia.Impareremo a raccontare, interpretare e inventare storie sempre nuove, scoprendo i segreti del racconto, della forza del gesto e usando al meglio la nostra innata espressività.

Info 349 4356219 – 329 8027943

OLTRE I BANCHI (15-22 anni)

Oltre i banchi non è un laboratorio di teatro tradizionale, non intende formare attori”, ma “ persone” , Intende dare voce, attraverso il linguaggio teatrale, alle problematiche relative alla vita dei giovani dai 15 ai 22 anni, ma anche alle loro potenzialità spesso limitate o soffocate da condizioni di marginalità, nelle quali sono finiti perché vivono in periferia, perché non sono giuridicamente italiani, o per altre caratteristiche che li rendono vulnerabili alla discriminazione e all’emarginazione. Promuove e favorisce la maturazione e l’integrazione sociale di ragazzi con diverse esperienze di vita e diversi background culturali, favorendo una maggiore consapevolezza e fiducia in se stessi, nella relazione con l’altro, con la propria famiglia e con il territorio in cui vivono.

Il laboratorio è gratuito.

Lezioni di prova aperte a chiunque voglia partecipare: 21 ottobre 2019 | 25 novembre 2019 |16 dicembre 2019 dalle 16-19 info 339.5898413

PASSIONE TEATRO (18-99 anni)

I Lunedi dalle ore 21 (sala specchi)

Laboratorio di Teatro Artigianale per scoprire la bellezza del teatro e la passione che lo muove. Lavoreremo sulle tecniche di base del Teatro, attraverso esercizi, improvvisazioni, studio sui testi dei più grandi drammaturghi della storia del Teatro, per scoprire un Teatro Nostro, che parli alle persone, che ci insegni a riscoprire le nostre peculiarità, i nostri picchi espressivi, per riconoscere le nostre forze e fragilità, per portare alla luce la bellezza nascosta in fondo alle sovrastrutture che imbrigliano la nostra vera natura, per riscoprire un Noi stessi unico, vivo, semplice. Info 349 4356219 – 329 8027943

L’ALTRO LATO DELLA LUNA (18-99 anni)

I Lunedi dalle ore 20:30 (sala teatro)

Esistono ancora gli eroi? E se esistono dove sono? Si nascondono tra le pieghe del quotidiano E gli antieroi? Quelli esistono, eccome! E vorrei lavorare sui sentimenti che li portano a determinate azioni, anche loro umani, forse troppo, capaci di scegliere di essere disumani. Non esiste il male assoluto nè il bene assoluto.Eroi e antieroi a confronto. Sarà bello scoprire il loro lato oscuro, vederli vacillare, vedere le loro certezze crollare, giocare sull’ironia e l’assurdità della condizione umana, quando si trova a dover superare i propri limiti.

Info: 328 7724207

BIANCO, ROSSO E TORPIGNA (18-99 anni) TUTTI I MARTEDI ORE 21-23

dal 5 novembre

Chi siamo ? Dove viviamo ? Cosa ci unisce e cosa ci divide intervistiamo la gente ci facciamo raccontare le loro storie i loro rimpianti il loro orgoglio di essere chi italiano chi bengalese chi cinese chi coerano l’orgoglio di essere di torpignattara dalle interviste incrociamo le storie che abbiamo sentito con le nostre storie e scriviamo un testo attraverso l’improvvisazione, il ricordo, le parole che abbiamo sentito nascono dei personaggi, dei dialoghi nasce uno spettacolo la parola d’ordine è giocare e non prendersi troppo sul serio perché la nostra è una commedia fatta di nonne zii salumieri e nipoti, fatta di calzolai di vinaroli di baristi e di cialtroni è una commedia all’italiana anzi no una commedia di Torpigna info 3495922810 – 349 4356219

TEATRODANZA (16-99 anni) TUTTI I MERCOLEDI ORE 19-21

dal 16 Ottobre

Un percorso dedicato al TeatroDanza, dove il corpo diventa narrazione con i suoi movimenti, gestualità e presenza scenica. Il Laboratorio affronta uno studio sul movimento e una ricerca sulla consapevolezza del proprio corpo nelle sue possibilità di disegno nello spazio, creazione di immagini e forme attraverso l’utilizzo di oggetti vari, mediante l’improvvisazione, l’intuizione con il proprio io e l’interazione con l’altro. Un movimento inteso in senso ampio, come gesto, racconto, azione, comunicazione e trasmissione, nel dare una valenza poetica alla comunicazione non verbale del linguaggio del corpo.

INFO: 328 6651102

 

Laboratori|#teatrodinarrazione|BIANCO, ROSSO E TORPIGNA|5 Novembre ore 21

BIANCO, ROSSO E TORPIGNA

Laboratorio di teatro e narrazione

bianco rosso e torpigna fine

 

Da Martedì 5 novembre ore 21-23

Continuiamo il nostro percorso al teatro studio chi siamo ? Dove viviamo ? Cosa ci unisce e cosa ci divide intervistiamo la gente ci facciamo raccontare le loro storie i loro rimpianti il loro orgoglio di essere chi italiano chi bengalese chi cinese chi coerano l’orgoglio di essere di torpignattara dalle interviste incrociamo le storie che abbiamo sentito con le nostre storie e scriviamo un testo attraverso l’improvvisazione, il ricordo, le parole che abbiamo sentito nascono dei personaggi, dei dialoghi nasce uno spettacolo la parola d’ordine è giocare e non prendersi troppo sul serio perché la nostra è una commedia fatta di nonne zii salumieri e nipoti, fatta di calzolai di vinaroli di baristi e di cialtroni è una commedia all’italiana anzi no una commedia di Torpigna.

info: 349 5922810- 349 4356219

Opening Stagione 2019-20 Teatro Studio Uno e Biblioteca condivisa| Mercoledi 9 Ottobre dalle 18

stagione 19-20

INAUGURAZIONE STAGIONE TEATRO STUDIO UNO

Mercoledì 9 ottobre dalle 18

Punto di riferimento ormai consolidato per le giovani compagnie e per gli artisti del panorama teatrale emergente, il Teatro Studio Uno di Roma presenta il nuovo cartellone 2019/20 sotto il claim “Direzioni Ostinate: percorsi nel contemporaneo”: un viaggio teatrale verso le nuove proposte artistiche della capitale tra sperimentazione, rilettura dei classici e drammaturgia contemporanea, ricercando strade alternative, impervie, ostinate, per chi desidera perdersi tra i sentieri dell’arte.

Nel cammino tracciato dalla direzione artistica firmata da Alessandro Di Somma ed Eleonora Turco, si delineano molteplici vie che hanno l’intento di mettere in connessione il Teatro con il pubblico, la sua città e il quartiere che lo ospita. Tutto attraverso un’offerta culturale coinvolgente ed alternativa intrecciata con il lavoro svolto insieme a LaRocca Fortezza Culturale, libreria e spazio dell’arte di Tor Pignattara fondato accanto al Teatro nel 2016. Sarà proprio insieme a LaRocca che il Teatro Studio Uno aprirà la nuova stagione con una festa d’inaugurazione della Biblioteca Condivisa di Quartiere, mercoledì 9 ottobre dalle 18:00, un evento di letture e donazioni di libri insieme agli artisti in cartellone e alle persone del quartiere.
Siete tutti invitati a portare una “lettura ostinata” e in cambio della declamazione a leggio, vi verrà gentilmente offerto dalla direzione un bicchiere di vino.

Appuntamento a mercoledì 9 ottobre ore 18.00

Via Carlo della Rocca, 6 349 4356219-329 8027943

#TeatroStudioUno

BIBLIOTECA CONDIVISA

Siamo felici di invitarvi all’inaugurazione della Biblioteca Condivisa di Quartiere creata da LaRocca Fortezza Culturale in collaborazione con il Teatro Studio Uno grazie alle donazioni dei cittadini di Tor Pignattara.

Una festa che coincide con l’opening della stagione del Teatro con cui La Rocca Fortezza Culturale lavora e collabora da sempre. Mercoledì 9 ottobre dalle 18:00 vi aspettiamo per festeggiare con un evento di letture e donazioni di libri insieme agli artisti in cartellone e alle persone del quartiere.

Siete tutti invitati a portare una “lettura ostinata” e in cambio della declamazione a leggio, vi verrà gentilmente offerto dalla direzione un bicchiere di vino.

Appuntamento a mercoledì 9 ottobre ore 18.00
#TeatroStudioUno

MUTTER | 10-20 Ottobre | Sala Teatro

MUTTER

scritto e diretto da Lorenzo De Liberato

con Giordana Morandini, Fabrizio Milano, Irene Vannelli, Lorenzo Garufo,

Francesca Bellucci, Bruno Ricci

luci Mateo Ziglio

aiuto regia Giulia Pera

dal 10 al 20 ottobre 2019

Teatro Studio Uno via Carlo della Rocca, 6 Roma

Il Teatro Studio Uno apre la nuova stagione “Direzioni Ostinate: percorsi nel contemporaneo” 2019-20 con “Mutter”, dopo il successo dello scorso maggio nella rassegna “I giorni della comune” torna dal 10 al 20 ottobre lo spettacolo di Lorenzo De Liberato nato dagli echi del capolavoro brechtiano “Madre Coraggio e i suoi figli”, con protagonisti in scena Giordana Morandini, Fabrizio Milano, Irene Vannelli, Lorenzo Garufo, Francesca Anna Bellucci, Bruno Ricci.

Mutter è la storia di una donna che cerca di sopravvivere ad ogni costo, una donna prima che una madre perché spogliata da quell’istinto materno che dovrebbe anteporre il futuro dei figli al proprio, una donna che non conosce più umanità sia per scelta che per necessità, che non conosce l’amore, se non per quell’ultimo residuo calore che può provare una madre di fronte al dolore e alla privazione.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Anne Fierling ha dovuto imparare ad adattarsi per impedire al mondo di inghiottirla, ha dovuto imparare a rinunciare ai propri figli e in un certo senso di rinunciare anche a sé stessa, diventando solo una figura vuota, un ingranaggio in un sistema fagocitatore di umanità.

Non c’è spazio e non c’è tempo; o meglio, c’è un luogo all’interno del quale il tempo è scandito dalla perdita e dall’importanza di una scelta: di fronte ad una crescente necessità di materialismo e ad una insensibilità inarrestabile il calore umano, gli affetti e i legami si assottigliano tanto da essere impercettibili, fino quasi a scomparire.

Cosa scegliere dunque? Adeguarsi o lottare?

Questa presentazione richiede JavaScript.

C’è una madre indurita dal mondo in cui è costretta a vivere, ci sono dei figli strumento imprescindibile per la sopravvivenza della donna che li ha generati, cresciuti e accuditi. Poi c’è il destino che con spietatezza punisce e allontana tutti da ogni cosa.

Mutter è uno spettacolo denso, violento, nervoso quasi isterico, dove i suoi personaggi sono primitivi e come bestie si gettano sull’osso per rosicchiarne quel poco di carne che è rimasta. Quei pochi rimasugli di affetto e di amore periscono in uno strano e inutile senso di sacrificio che non serve a restituire umanità ad un mondo feroce e senza speranza, proprio perché la speranza è naufraga in questo mare di inadeguatezza.

Trasformare Brecht in qualcosa di più vicino all’oggi, all’oggi inteso come linguaggio, asciutto, diretto, senza le digressioni intellettuali e filosofiche tipiche del teatro epico, questo è l’obbiettivo di Mutter, un testo contemporaneo che pone l’accento su rapporti di personaggi martoriati e svuotati, su relazioni complesse tra uomini, donne e ciò che hanno inevitabilmente perduto.

Mutter” 10-13 | 17-20 ottobre 2019

Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara).

Ingresso 12 euro. Tessera associativa gratuita
Giov – Sab ore 21.00, Dom. ore 18.00


PRENOTAZIONI http://j.mp/prenotaTS1

Per info: 3494356219- 3298027943

www.teatrostudiouno.com info.teatrostudiouno@gmail.com

MUTTER LOCANDINA