PAURA E DELIRIO A TORPIGNA |laboratorio teatrale di narrazioni oblique|Martedì 26 Settembre ore 20:30|

paura-e-delirio-x-web

MARTEDI 26 Settembre e  3 Ottobre ore 20:30 ( PROVE GRATUITE)

PAURA E DELIRIO A TORPIGNA

LABORATORIO TEATRALE DI NARRAZIONI OBLIQUE SUL QUARTIERE PIU SEXY DELLA CITTA’

Capire bene la gente non è vivere. Vivere è capirla male, capirla male e male e poi male e, dopo un attento riesame, ancora male. Ecco come sappiamo di essere vivi: sbagliando.”

PHILIP ROTH

PAURA E DELIRIO ci pone su una prospettiva deforme. Il laboratorio teatrale non è solo una narrazione del quartiere attraverso interviste, incontri, scritture per la messa in scena di uno spettacolo, ma è un luogo di sperimentazione di possibilità che nascono dal racconto del reale, si nutre di esso per deformarla, per renderla visibile con uno sguardo nuovo

ma come nasce il nostro lavoro?

LE STORIE Da una parte c’è un desiderio. Raccontare storie. Un desiderio vecchio come e piu del teatro. Storia ascoltate, vissute, storie reali. Ma spesso quando andiamo a raccontarle veniamo superati dalla realtà. Non c’è niente da fare la realtà ci fotte.. Possiamo affrontarla solamente se andiamo a fondo. Senza pregiudizi. Shakespeare prendeva spesso delle storiacce di nera e le rendeva eterne. Proviamo a tracciare quella strada, proviamo a lavorare sull’umano

Se decidiamo di usare il teatro, o l’arte in genere, possiamo farlo solo creando una lingua. l’unico modo è sbagliare, sporcare, fare cazzate. Trasformare il reale come atto poetico, la vera possibilità del teatro e dell’arte in genere di incidere sulla realtà che ci circonda. Qua ce lo possiamo permettere, qua sta il nostro raggio di azione

LE INTERVISTE Quando una persona ti parla bisogna stare attenti a quello che veramente ti dice, a quello che c’è nascosto tra le parole. Il silenzio ed il rispetto della persona che hai davanti in quanto essere umano sono il presupposto della fiducia e quindi di una possibilità di relazione.

Nell’ottica del lavoro teatrale cerchiamo la parte nascosta, la ferita della persona che hai davanti. Coglierla ed elaborarla vuol dire rispecchiare qualcosa che la persona ha dentro ma che non sa vedere. Attraverso le interviste cercheremo di trovare un linguaggio che trasformi la realtà in qualcosa di più alto, più tragico, più comico, più poetico, più reale del reale .Trasformare tutto questo in drammaturgia ed in atto scenico significa cercare e restituire una verità che possa avvicinare il teatro alle persone e le persone al teatro

TORPIGNATTARA è un quartiere sexy per chi cerca storie da raccontare, il conflitto si respira agli angoli delle strade, come l’odore di kebab e cardamomo. Attrae e respinge. Questo può essere un vantaggio ma anche un trappola da evitare accuratamente. Ci interessa partire da ciò che ci sfugge, che sembra non essere così automatico, così evidente. Proveremo ad andare a fondo della questione. Ci faremo aiutare dalle interviste e dagli interventi scrittori, studiosi, giornalisti, da chi il quartiere lo conosce, lo vive. cercheremo la parte nascosta fuori dagli schematismi , dai pasolinismi di comodo, dalle visioni ideologiche, andremo a cercare la città invisibile, alla ricerca della meraviglia

 MARTEDI 26 Settembre e  3 Ottobre ore 20:30 ( PROVE GRATUITE)

Via Carlo della Rocca, 6

Info e prenotazioni 328 4004935 – 349 4356219

http://www.teatrostudiouno.com

STRANIAMENTI TEATRALI

STRANIAMENTI TEATRALI IL WORKSHOP ANNUALE AL TEATRO STUDIO UNO CONDOTTO DA ANTONIO SINISI.

STRANIAMENTI TEATRALI nasce dai laboratori nati al Teatro Studio Uno: BRECHTDANCE e BRechtEXIT che hanno prodotto entrambi due messe in scene: BRECHTDANCE / un’opera da 5 euro che debuttato l’11 giugno 2016 e un’altra in scena il 24 e 25 giugno 2017MOTEL.

OPEN-NIGHT LAB
MERCOLEDÌ 20 E 27 SETTEMBRE 2017
AL TEATRO STUDIO UNO DALLE 20:30 ALLE 23:00.

PRENOTAZIONI ALL’OPEN-NIGHT LAB BIT.LY/STRANIAMENTITEATRALI

STRANIAMENTITEATRALI_loc3STRANIAMENTI TEATRALI è un workshop teatrale da ottobre 2017 a giugno 2018 aperto a tutti/e che si rivolge a chi vuole perfezionare il proprio “stare in scena” ma anche a chi non ha mai fatto teatro. Il workshop è un luogo d’incontro che nel suo primo anno di vita ha utilizzato come pretesto il teatro di Bertolt Brecht e le sue tematiche: il teatro epico, la parabola in prosa e in particolare l’effetto straniamento (da qui il nome del percorso). Nel secondo si è lavorato sulla parola “violenta” di Harold Pinter.

Il lavoro del workshop, che inizierà a metà settembre 2017, si basa sull’ascolto e sull’osservazione in scena, sul testo, sull’azione individuale e l’azione collettiva e soprattutto sul lavoro di gruppo e sulla creazione comune della scena.

Il tema del percorso nel 2017-2018 sarà quello di mettere insieme uno o più testi classici con la fantascienza. 

PROGRAMMA DETTAGLIATO

  • CREAZIONE INDIVIDUALE
  • CREAZIONE COLLETTIVA
  • GESTO
  • STRANIAMENTO
  • MOVIMENTO SCENICO
  • INCHIESTA SCENICA
  • LINGUAGGI DEI GESTI
  • COSTRIZIONI DI STILE
  • MESSA IN SCENA

INFORMAZIONI

QUANDO ☆ ogni mercoledì dalle 20:30 alle 23:00
PERIODO ☆ da settembre 2017 a giugno 2018
DOVE ☆ TEATRO STUDIO UNO | via Carlo della Rocca, 6 (zona Tor Pignattara)
PREZZO ☆ € 50,00 mensili
N° MINIMO PARTECIPANTI ☆ 7

TRYAGAIN #workshop #teatro #studenti

TRYAGAIN

FALLIREANCORA.FALLIREMEGLIO

WORKSHOP TEATRALE PER STUDENTI/ESSE AL TEATRO STUDIO UNO

TRYAGAIN_Gcover.png

TRYAGAIN è un workshop teatrale, da ottobre 2016 a giugno 2017, aperto a studentesse e studenti universitari fino ai 28 anni rivolto a chi vuole scoprire e/o perfezionare il proprio “stare in scena”. TRYAGAIN è un luogo d’incontro che ha come pretesto il TESTO SCRITTO da trasformare in TESTO/CORPO e TESTO/VOCE e TESTO/SCENA. Il lavoro del workshop si basa sull’ascolto e sull’osservazione in scena, sull’azione individuale e l’azione collettiva (dunque sul lavoro di gruppo), sul movimento in scena e sulla creazione in/sulla scena di azioni teatrali e non quotidiane. Ha come obiettivo ultimo la composizione della scena attraverso il lavoro sul e col gruppo, la creazione collettiva ovvero l’insieme delle singolarità. Tra gli stimoli proposti al lavoro c’è lo sguardo allo straniamento brechtiano, in cui l’attore è consapevole di essere visto (anche da se stesso) e, distaccandosi dal suo personaggio, stimola (dalla scena) una riflessione nello spettatore e non un immedesimazione.
A seconda delle esigenze dei partecipanti può essere prevista una messa in scena del lavoro svolto su uno o più testi scelti dal gruppo di lavoro.

PRIMI INCONTRI

Prevista un’ #openight [incontro di prova gratuito] prenotabile alla pagina bit.do/failagain:

mercoledì 28 settembre 2016 h. 18:00 – 20:00 al Teatro Studio Uno

Primo incontro ufficiale:

mercoledì 5 ottobre 2016 h. 18:00 – 20:00 al Teatro Studio Uno

CONDUTTORE

Antonio Sinisi <
www.antoniosinisi.net
Studia Economia Politica fino a quando, dopo uno stage, non entra a far parte di una compagnia di teatro. Dal 1999 dirige laboratori di teatro per bambini e ragazzi e adulti. Si forma attraverso seminari, stage e percorsi, tra cui i più importanti con l’Odin Teatret, Stefania De Santis e Michele Monetta e sempre su tematiche che mettono al centro del lavoro il corpo e il movimento scenico. Sempre nel 1999 debutta come attore e nel 2005 come regista. Organizza eventi (es. Logos/Festa della Parola e Limnesia/Teatri alla Sorgente) e rassegne teatrali e cinematografiche. Attualmente dirige diversi laboratori e percorsi teatrali  tra cui  VLAT (Via Libera al Teatro) e Parola Movimento Suono, un percorso con il Centro Diurno di Valle Aurelia. Nel 2015 vince la una residenza temporanea al Teatro Studio Uno con la messa in scenaTETRO (ispirato al comic novel Batman: The Killing Joke) che nel luglio 2015 partecipa al Roma Fringe Festival fuori concorso all’interno della sezione #scenaromana. Lo stesso lavoro è scelto all’interno dei migliori spettacoli di Rete Critica. Nel 2016 vince una nuova residenza temporanea al Teatro Studio Uno con POLAR, da una rielaborazione di testi di Harold Pinter e vince il premio Miglior Regia per il Festival Note di Regia organizzato dal Teatro Hamlet mettendo in scena un frammento del Macbeth di William Shakespeare.

INFORMAZIONI

QUANDO ☆ ogni mercoledì dalle 18:00 alle 20:00
PERIODO ☆ da ottobre 2016 a giugno 2017
DOVE ☆ TEATRO STUDIO UNO | via Carlo della Rocca, 6 (zona Tor Pignattara)
PREZZO ☆ € 40,00 mensili
N° MINIMO PARTECIPANTI ☆ 7

✉ me@antoniosinisi.net
☏ 392 28 99 182

Donne in cammino / laboratorio teatrale di Tony Allotta

“Donne in cammino”

Un laboratorio teatrale condotto da Tony Allotta

Tutti i Martedì ore 20:30

Si parte da un incontro serale alla settimana, per capire in che modo il teatro facilita o complica gli intrecci di vite di donne diverse per età, provenienza, storie e culture, in un luogo che è il quartiere dove lavoriamo,Torpignattara, con le sue continue trasformazioni e le anime multiple che lo abitano e lo rendono vivo. Si parte da una sala teatrale per scoprire gradualmente e insieme come collegarsi al “fuori”, alla notte.
Un laboratorio di teatro come luogo dell’incontro tra donne diverse che trovano una maniera di esplorare le relazioni e i legami possibili tra loro e mettersi in cammino alla scoperta di luoghi e altre storie.
L’inizio di una creazione in movimento che si lascia modellare dal luogo che si attraversa.

* * *

“Women on the way”

A theater workshop run by Tony Allotta 

We will start with an evening meeting per week, to understand how the theater facilitates or complicates the relationships between women of different ages, backgrounds, cultures and histories, in a place that is the area where we work, Torpignattara, with its continuous transformations and multiple souls that inhabit it and make it alive. We starts from the inside of a theater to find out gradually how to connect to the “outside”, to the night.
The beginning of a creation in motion that will be shaped by the place that you go through.