PILLOLE #12 luglio

12 Luglio

LA LITE | PIANO 13 –RESIDENZA

Regista/Autore Laura Giannatiempo

Attrici Giulia Francia, Laura Giannatiempo, Barbara Giannatiempo, Martina Sperotto

Una banale lite tra amanti, per la musica troppo alta, scatena un vero e proprio incontro di wrestling dove tre donne, un arbitro e la coppia, abitano il ring della vita.

La Lite come epilogo di un amore nevrotico, come condizione esistenziale, come filosofia di vita. Il tutto inscenato in tre round nei quali Regia, Assistente alla regia e Sound design, figure solitamente dietro le quinte, entrano fisicamente in scena. La prima ricopre il ruolo dell’Arbitro che media la lotta gestendo i proprio ricordi, la seconda la Bodyguard che, tutelando le due Star del wrestling dai fans in entrata ed uscita dal ring, gestisce il fuori scena e la terza che da una parte alimenta il divertimento del pubblico con un dj set elettropop e dall’altra costruisce la scena attraverso suggestioni sonore.

 

______________________________________________________________________________________________


LA VALIGIA | FAISHA STAGIONE

con: Simone Mastrocinque, Patrizia Scilla. Federica Lenzi

testo e regia: Faisha

La valigia” è uno spettacolo che racconta, attraverso diversi piani narrativi, la storia di Quincey, un individuo ambiguo, che si scopre essere discendente di una nobile casata, il quale ha scelto di abbandonare la sua famiglia ed i suoi privilegi per poter fare l’attore.

Ciò che egli vive come una minaccia incombente si manifesta istantaneamente a lui sottoforma di pettegolezzo, furto, maldisposizione d’animo ai suoi danni, abuso di potere e fa da specchio a Quincey, mostrandogli di volta in volta ciò che egli più teme. Nel viaggio all’interno di sè, Quincey scopre quanto la sua famiglia di origine,la sua educazione, le sue paure e debolezze, il suo personale approccio alla vita, siano di ostacolo al raggiungimento del suo obiettivo che è quello di realizzarsi come uomo libero ancor prima che come attore.

QUEL CHE RESTA DELLA FESTA | C.BALSAMO STAGIONE

Scritto e diretto

da Claudia Balsamo

Con Daniela De Bartolomeis

Marietta Scognamiglio è nata in una numerosa famiglia del Sud. Un padre severissimo e una madre che cerca di gestire un marito-padrone e un padre gelosissimo. Poca istruzione per la ragazza,nessuna vita sociale,nessun divertimento,solo qualche messa nei giorni di

festa,accompagnata da zie,nonne e comare. Ubbidienza è la parola d’ordine,occhi bassi e silenzio . A Marietta,ragazza sveglia e sognatrice,non è concesso scegliere liberamente il proprio consorte.

Questo monologo nasce da una ricerca disperata di raccontare le condizioni che le donne dei paesi del Sud Italia vivevano e che in parte vivono ancora.Uno studio nato come un gioco alla ricerca di suoni e voci diverse ,interpretate dalla stessa persona.

________________________________________________________________________________________________

MADE IN TERRANEO | A. DI PALMA STAGIONE

Scritto e interpretato da ANDREA DI PALMA

Voce e chitarra acustica di GIACOMO GATTO

MADEINTERRANEO è un racconto. Un racconto che parte, in ogni sua parola, da luoghi conosciuti del nostro mare Mediterraneo per raggiungere luoghi sconosciuti. Ogni persona che abbia avuto la necessità, la voglia o la curiosità di cambiare ha dovuto fare i conti col Mediterraneo, per poter e dover cercare qualcosa di nuovo, di migliore, di diverso, non solo all’arrivo, ma nel viaggio stesso. La storia del Mediterraneo è scritta tra le sue onde che raccontano di viaggi millenari e contemporanei, alla ricerca di nuove terre e nuove certezze: da Enea ai migranti odierni, su navi sulla rotta della speranza.

_________________________________________________________________________________________


CLOCKWORK METAPHISICS | COPPELIA THEATRE STAGIONE

regia: Coppelia Theatre, Ilaria Drago

performer: Camilla Zecca

macchine sceniche e animazione: Jlenia Biffi

musiche originali: Stefano Bechini, pianoforte: Stefano Bechini

sega musicale: Natalia Paruz

violoncello: Marco Algenti

Uno spettacolo misterioso, romantico e ironico, in cui sogni e visioni evocano l’immaginario della pittrice surrealista spagnola Remedios Varo e il suo mondo magico. Clockwork Metaphysics è il risultato di quattro intensi anni di ricerca sviluppatisi su differenti livelli: costruttivo, drammaturgico, musicale; una ricerca che si è avvalsa della preziosa collaborazione con alcuni tra i migliori esponenti della scena artistica italiana.

Un’opera che si pone sul confine tra arte e scienza, teatro e danza, e in cui si fondono poesia e tecnologia. Corpo, respiro, muscoli e nervi, carne e Morte di Remedios, interpretata dalla Drago si mescolano nell’incontro con le enigmatiche creature dei suoi quadri, riportate a nuova vita da Jlenia Biffi.


NASCI, SIMONA | C.MANINI STAGIONE

regia Alessandra Aricò

testo di Albert Pijuan

con Claudia Manini

Simona è una bambina diversa dalle altre. Ha un modo speciale di parlare, che fa ridere gli altri. Simona ha anche amici speciali con cui giocare: scarabei, amici che hanno ali per volare e soprattutto sanno come “trasformarsi”, perché da bruchi bavosi diventano in una notte belli e lucenti. Amici buoni, più buoni delle bambine a scuola, che Simona la scansano. Simona non è bella e non ha altri amici che gli scarabei, e vorrebbe essere diversa perché così com’è rende tristi i suoi genitori. Ma quando nella casa vicina arriva Zafira, una bambina di dodici anni che è “più bella e più brava che tutto il mondo”, sembra che le cose possano cambiare. Zafira ascolta davvero Simona, e la aiuta svelandole il

segreto per lasciare il “corpo brutto” e diventare bella come lei e come gli scarabei.