TEATRO STUDIO UNO 17-20 DICEMBRE, ANCORA “FUCKIN IDIOT” SECONDA RESIDENZA ARTISTICA E “ANTIGONE” DELLA COMPAGNIA MATUTA TEATRO

TEATRO STUDIO UNO 17-20 DICEMBRE, ANCORA “FUCKIN IDIOT” SECONDA RESIDENZA ARTISTICA E “ANTIGONE” DELLA COMPAGNIA MATUTA TEATRO

 

10-20 DICEMBRE #residenza temporanea

FUCKIN’IDIOT

locandina low def

regia Simone Giustinelli con Federico Cianciaruso,VIDEO Cristiano Di Nicola

Gio-Sab ore 21; Dom ore 18

INGRESSO10€ tessera associativa gratuita

Fuckin’ Idiot vuole essere un’indagine sulle dinamiche con cui il potere esercita la sua forza. Le dinamiche per cui di volta in volta, partendo dal paragone giocoso del tifoso di calcio, il Potere distingue a suo piacimento buoni e cattivi, giusti e scorretti. Il Potere che argina le rivoluzioni, che tempra le manifestazioni, che sceglie quando, come e con chi discutere. In scena c’è un solo attore, un ragazzo. L’intenzione di chi scrive è quella di creare un contatto umano, all’internoDELLA performance artistica, tra lo spettatore e il ragazzo sullo scena. Quella di farlo apparire, nonostante i “travestimenti” scenici da tifoso, da rivoltoso, semplicemente e genuinamente ciò che è, un ragazzo. Avvicinare lo spettatore a una figura-limite della società all’interno della quale vive; presentarlo all’interno della scatola teatrale piuttosto che in quella televisiva, telegiornalistica.

ticket on line jpeg

::PRENOTAZIONI http://j.mp/prenotaTS1

CONTATTI

info.teatrostudiouno@gmail.com
press.teatrostudiouno@gmail.com
lacattivastrada@gmail.com
349 4356219
3298027943
3283546847

17-20DICEMBRE

Produzione Matuta Teatro

ANTIGONE

ANTIGONE_loca RENZI

SALA SPECCHI

17-20 DICEMBRE

Produzione Matuta Teatro

ANTIGONE

di e con Julia Borretti e Titta Ceccano

Gio-Sab ore 21; Dom ore 18

Nessuna interpretazione può esaurire la ricchezza di significati della tragedia di Sofocle. La figura di Antigone ancora oggi non smette di sollevare le eterne questioni del conflitto tra Oikos e Stato, tra donne e uomini e tra giovani e vecchi. La messa in scena, che si nutre del classico sofocleo, della versione novecentesca di Anouilh e di quella cinematografica della Cavani, si apre ai linguaggi della contemporaneità innestando nella trama riflessioni sui tempi che viviamo, amplificando così il valore politico dell’opera. Valore politico che è indubbiamente la sua caratteristica più precipua, una caratteristica che nei secoli ha conservato alto l’interesse sulla tragedia di Sofocle. Un atto d’accusa nei confronti della società contemporanea e di una classe politica che uccide i propri figli, così come fa Creonte. Lo spettacolo è ambientato in una vetrina, luogo dove la nostra società svende i propri figli, mentre l’immagine di Creonte che guarda continuamente una TV è il simbolo di una classe politica che ha perso i rapporti con la realtà. Ma questo set è anche un interno borghese dove si consuma una violenza domestica che è fisica e metaforica allo stesso tempo.

::PRENOTAZIONI http://j.mp/prenotaTS1

Dal 17-20 dicembre; Gio-Sab ore 21; Dom ore 18

Teatro Studio Uno Via Carlo Della Rocca, 6 (TORPIGNATTARA)

INFO: 349 4356219 – 329 8027943 . info.teatrostudiouno@gmail.com

Ingresso 10€ – Tessera Associativa Gratuita

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...